Esplora contenuti correlati

Piani e Programmi finanziati dal FSC

L’organizzazione di Piani e Programmi finanziati con il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020 è stata significativamente rivista nel corso di tale periodo di programmazione a seguito di quanto previsto dall’art. 44 del decreto-legge n. 34/2019 e s.m.i. che ha richiesto una ricognizione degli stanziamenti del Fondo per i cicli 2000-2006, 2007-2013 e, appunto, 2014-2020 con una unificazione e semplificazione degli strumenti attuativi e delle regole di governance, monitoraggio e valutazione che ha portato all’approvazione in CIPESS, a partire dal 2021, dei nuovi Piani Sviluppo e Coesione (PSC)

Fino alla definizione dei PSC, il Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 ha finanziato Piani operativi nazionali e Patti per lo sviluppo destinati a Regioni e Città Metropolitane, oltre a altre assegnazioni stabilite dal CIPE o effettuate per legge a singoli progetti e iniziative di interesse nazionale. La Circolare n. 1/2017 del Ministro per il Sud conteneva le indicazioni operative su governance, monitoraggio e procedure per la riprogrammazione di risorse, trasferimenti e pagamenti in vigore prima della riorganizzazione intervenuta nel 2021 per Piani operativi, Patti per lo sviluppo e per alcune altre specifiche assegnazioni. Nella pagina dedicata a Piani operativi e Patti per lo sviluppo sono disponibili le versioni inizialmente approvate di tali strumenti, soppressi con l’entrata in vigore dei PSC. È inoltre disponibile l’elenco delle assegnazioni del Fondo Sviluppo e Coesione non ricomprese in Piani e Programmi per il ciclo 2014-2020 e non riorganizzate in Piani Sviluppo e Coesione

L’art. 1, comma 703 della Legge di stabilità per il 2015, n. 190/2014 ha disciplinato l’utilizzo del Fondo per il ciclo 2014-2020, stabilendo le aree tematiche nazionali e gli obiettivi strategici per ciascuna area e prevedendo l’istituzione, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di una Cabina di regia incaricata di orientarne la programmazione. La Cabina di Regia, composta dall’Autorità politica per la coesione, dal Dipartimento per le politiche di coesione, dall’Agenzia per la Coesione Territoriale e da rappresentanti delle Regioni e Province Autonome, continua ad operare anche a seguito dell’approvazione dei nuovi Piani Sviluppo e Coesione, come stabilito dalla Delibera CIPESS n. 2/2021

E' disponibile l'elenco dei Piani Sviluppo e Coesione approvati dal CIPESS con riconciliazione con la precedente struttura programmatica dei cicli 2000-2006, 2007-2013 e 2014-2020

Nella tavola interattiva pubblicata nella pagina dedicata ai Piani Sviluppo e Coesione (PSC) è riportato l’elenco dei PSC approvati nel corso del 2021 quale riorganizzazione dei precedenti Piani Operativi Nazionali e dei Patti per lo sviluppo territoriale destinati alle Regioni. Sono inoltre elencati i Patti territoriali per le Città metropolitane in quanto non ancora confluiti nei PSC oltre alle altre assegnazioni a singoli progetti o iniziative non ricomprese in Piani e Programmi con informazioni aggiornate circa la dotazione finanziaria, l’atto di adozione, il testo del programma e altri link utili. 

È possibile consultare lo stato di attuazione dei Programmi finanziati dal Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2014-2020 nel bollettino bimestrale pubblicato dall’Ispettorato Generale per i Rapporti con l’Unione Europea (IGRUE) della Ragioneria Generale dello Stato. Attualmente le tavole pubblicate da IGRUE riportano ancora l’articolazione della programmazione FSC 2014-2020 precedente l’approvazione dei nuovi Piani Sviluppo e Coesione (PSC). 

Le tavole che costituiscono il PSC in prima approvazione mostrano in evidenza anche le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione destinate ai Contratti Istituzionali di Sviluppo. Sul portale OpenCoesione è disponibile anche un grafico interattivo che illustra il processo istruttorio di riorganizzazione della programmazione del Fondo Sviluppo e Coesione che ha portato alla definizione dei PSC.

Torna all'inizio del contenuto