Esplora contenuti correlati

Clausola 40% risorse PNRR Mezzogiorno

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) rappresenta il principale strumento a disposizione degli Stati Membri dell’Unione Europea per contrastare gli effetti economici e sociali della pandemia da COVID-19 nell’ambito dell’iniziativa Next Generation EU. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza italiano è stato inviato alla Commissione Europea il 30 Aprile 2021 e approvato dal Consiglio Europeo il 13 Luglio 2021. 

Il Piano si sviluppa intorno a tre assi strategici condivisi a livello europeo: digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica, inclusione sociale. Il PNRR dell’Italia prevede investimenti e riforme a cui sono associate risorse europee per 191,5 miliardi di euro oltre a 30,6 miliardi provenienti dal Fondo complementare nazionale istituito con il decreto-legge n. 59/2021 e s.m.i per un totale di 222,1 miliardi di euro. A questi stanziamenti si aggiungono inoltre 15,5 miliardi delle disponibilità del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2021-2027 destinati a copertura di iniziative progettuali inserite nel PNRR. Il Fondo, ai sensi dell’art. 2 del DL n. 59/2021, è stato rifinanziato per il medesimo ammontare di 15,5 miliardi di euro.

La “clausola del 40%”, introdotta in sede di conversione del decreto-legge n. 77/2021 e s.m.i. all’art.2 comma 6-bis della legge n. 108/2021 – Allegato parte 1, prevede che le Amministrazioni centrali coinvolte nell’attuazione del PNRR assicurino  che almeno il 40 percento delle risorse  allocabili  territorialmente,  indipendentemente dalla fonte finanziaria di provenienza,  sia destinato  alle  regioni  del  Mezzogiorno. Il Dipartimento per le politiche di coesione, attraverso i dati rilevati dal sistema di monitoraggio del PNRR gestito dalla Ragioneria Generale dello Stato, deve verificare il rispetto di tale obiettivo relazionando periodicamente alla Cabina di regia appositamente costituita per l’attuazione del Piano. Nell'ottobre del 2021 è stata inviata una prima circolare del Ministro per il Sud e la coesione territoriale rivolta a tutte le Amministrazioni centrali finalizzata al rispetto del vincolo di destinazione delle risorse alle regioni del Mezzogiorno.

Torna all'inizio del contenuto