Esplora contenuti correlati

Risorse della SNAI

Le risorse finanziarie nazionali per l’attuazione della SNAI derivano dagli stanziamenti previsti dalle Leggi di Stabilità 2014 (legge n. 147/2013), 2015 (legge n. 190/2014), 2016 (legge n. 208/2015) e la Legge di Bilancio 2018 (legge n. 205/2017) e ammontano complessivamente a 281,2 milioni di euro. Queste risorse sono state destinate al finanziamento (nella misura di circa 3,740 milioni di euro per ciascuna area) di interventi sui servizi (Salute, Scuola e Mobilità) nelle aree selezionate. Alle aree SNAI, le Regioni hanno destinato rilevanti risorse a valere sui Programmi cofinanziati dai Fondi Europei di Sviluppo e Investimento 2014-2020 (Fondi SIE) per supportare la promozione di progetti di sviluppo.

Con la legge di bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 (art.1 c. 314 legge n. 160/2019) e con il decreto-legge n. 104/2020 (art. 28), si è provveduto a rafforzare ed ampliare la Strategia con un nuovo finanziamento nazionale, che ammonta a complessivi 310 milioni di euro per il triennio 2021-2023. Con il decreto-legge n. 120/2021, art. 4, co.2, sono stati destinati 100 milioni di euro (a valere sulle risorse di cui al citato articolo 1, co. 314, della legge n. 160/2019) per la prevenzione di incendi boschivi nelle aree interne del Paese, particolarmente a rischio, sulla base dei Piani antincendio boschivi approvati dalle rispettive Regioni. 

Lo strumento per inquadrare l’attuazione delle strategie di area e per assumere impegni puntuali fra Regioni, Stato ed Enti Locali, è l’Accordo di Programma Quadro (APQ) – sottoscritto dall’Agenzia per la coesione territoriale (che coordina il procedimento di sottoscrizione), dalle Regioni, dagli Enti Locali capofila delle aree interne coinvolte, e dalle altre Amministrazioni competenti per materia. L’articolo 58 del decreto “Semplificazioni” (decreto-legge n. 77/2021), nel rinviare ad una nuova delibera del CIPESS per individuare un nuovo strumento attuativo delle strategie di area, ha stabilito che si proseguirà con la sottoscrizione di Accordi di Programma Quadro entro e non oltre il 31 dicembre 2021.

Sono, inoltre, state introdotte alcune misure complementari alla Strategia nazionale per le aree interne, tra le quali il Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali nei Comuni delle aree interne, previsto dalla legge n. 160/2019. Tale fondo inizialmente dotato, dal punto di vista finanziario, di un ammontare di risorse pari a 90 milioni di euro per il triennio 2020 – 2022, è stato successivamente incrementato per 120 milioni di euro dal decreto-legge n. 34/2020 e s.m.i., anche al fine di far fronte alle maggiori necessità conseguenti al diffondersi dell'epidemia da COVID-19. L’ulteriore stanziamento ha portato la dotazione complessiva dell’intervento a 210 milioni di euro, disciplinati con Decreto del Presidente del Consiglio di Ministri del 24 settembre 2020 (GU n. 302 del 4 dicembre 2020). Con la legge di bilancio 2021 (legge n. 178/2020), è stata modificato la denominazione del fondo in Fondo di sostegno ai Comuni marginali, da individuare sulla base di criteri specifici (spopolamento, deprivazione sociale, indicatori di reddito), attribuendo allo stesso risorse per 180 milioni di euro nel periodo 2021-2023 (ivi compresi 90 milioni di euro già previsti dal comma 65 sexies della legge n. 205/2017). 

Con il decreto-legge n. 34/2020 e s.m.i. (art. 243), è stato inoltre previsto lo specifico stanziamento pari a 3 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023, da destinare al finanziamento di borse di studio per dottorati nei Comuni delle aree interne, anche in forma associata. In data 22 giugno 2021, con Decreto Ministeriale n. 725 del Ministro dell’Università e della Ricerca di concerto con il Ministero per il Sud e la coesione territoriale, sono stati definiti i criteri e le modalità per la stipula delle convenzioni tra i Comuni e le università per l’utilizzo delle risorse, nonché dei contenuti scientifici e disciplinari dei “Dottorati comunali”. 

Nella sezione dedicata alla SNAI del sito dell’Agenzia per la Coesione Territoriale sono disponibili dettagli e dati sull'attuazione della Strategia.

Torna all'inizio del contenuto