Esplora contenuti correlati

Risorse 2021-2027

Le risorse finanziarie delle politiche di coesione 2021-2027 sono state definite nel corso del 2021, tenendo conto anche degli stanziamenti straordinari legati alla Strategia per il contrasto all’emergenza Covid-19 con le politiche di coesione. In particolare: 

  • a livello europeo, il Quadro Finanziario Pluriennale (QFP) 2021-2027 e lo stanziamento per l’Italia del Piano europeo per la ripresa e la resilienza (PNRR nell’ambito dell’iniziativa Next Generation EU) sono stati rispettivamente adottati dal Consiglio europeo nel dicembre 2020 a seguito dell’esito positivo della votazione del Parlamento europeo e dell’accordo politico precedentemente raggiunto e dell’entrata in vigore della ratifica da parte di tutti gli Stati Membri, della Decisione sulle Risorse Proprie dell’Unione europea per sostenere la ripresa all’indomani della crisi Covid-19. L’Italia ha ratificato tale Decisione con l’art. 21 del DL n. 183/2020. All'Italia sono stati assegnati 37,3 miliardi a prezzi 2018 oltre a 0,9 mld di euro per il Fondo per una transizione giusta (Just Transition Fund - JTF). Il valore complessivo è pari a 43,1 mld a prezzi correnti. A tali risorse si devono aggiungere le risorse del cofinanziamento nazionale obbligatorio, come definite nell’Accordo di Partenariato.
  • Sul Fondo nazionale per lo sviluppo e la coesione (FSC) – Programmazione 2021-2027, è stato effettuato un primo stanziamento di 50 miliardi di euro con l’art. 1, comma 178, della Legge n. 178/2021 integrato, nel medesimo provvedimento, di 729,7 milioni di euro (cfr. comma 75) cui sono seguiti ulteriori stanziamenti con l’art. 2 del Decreto-legge n. 59/2021 per 15,5 miliardi di euro e con l’art. 77, comma 3, del Decreto-legge n. 73/2021 per 200 milioni di euro per un totale, derivante dai suddetti stanziamenti, di 66,4 miliardi di euro, dei quali 15,5 miliardi di euro (ex art. 2 del Decreto-legge n. 59/2021) contribuiscono al Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).
Torna all'inizio del contenuto